lunedì 13 dicembre 2010

Una bella giornata a Reggio Emilia


A Reggio Emilia partecipo sempre volentieri, sia per l'ottima organizzazione e sia per il caratteristico percorso ondulato che non è mai monotono. Ieri mattina però sono partito un pò preoccupato per le conseguenze del virus intestinale che mi ha colpito giovedì e che mi ha obbligato ad un digiuno forzato di 2 giorni: solamente sabato sono riuscito a mangiare della pasta in bianco e un pò di bresaola, un pò pochino per poter correre una maratona! Mi prometto pertanto di sfruttare in gara tutti i ristori disponibili per non rischiare di restare senza energie. L'obiettivo è sempre il fatidico muro delle 3 ore  visto che a questa gara vengono premiati tutti gli uomini che arrivano sotto le 3 ore e le donne sotto le 3 ore e 30minuti  ( l'anno scorso lo agguantai per soli 30 secondi!).
Il clima che si respira alla partenza è di grande festa e amicizia; incontro tanti volti conosciuti con i quali scambio 2 chiacchiere o anche solo un veloce saluto e un in bocca al lupo per l'imminente gara.
I chilometri iniziali coincidono con un giro nel centro di Reggio per poi tornare al punto di partenza tra 2 ali di folla festosa e uscire poi nelle aperte campagne Emiliane. Qui l'aria è ancora più gelida nonostante un bellissimo sole che offre una visuale spettacolare sulle colline circostanti. Parto in compagnia di Roberto che però imposta un ritmo molto veloce, sotto i 4 al km.

Al primo ristoro mi accosto per bere un bicchiere di thè e per riuscire a riagguantarlo mi tocca fare uno sforzo non indifferente. Decido così al ristoro del 10° km di procedere col mio passo anche perchè più avanti arrivano i famosi saliscendi di Reggio Emilia! Mi accodo ad un gruppetto di una dozzina di atleti e con loro passo la mezza sotto l' 1h:26'. Decido di mantenere la loro andatura che si attesta sui 4,05 m./km. Verso il 33° km la fatica inizia a farsi sentire, assumo un gel tra un ristoro e l'altro e stringo i denti scacciando dalla testa l'idea di rallentare. Tra il 35° km e il 40°, arriva la parte più dura ma fortunatamente non ho nessun accenno ai crampi nonostante la partenza veloce.
Il gruppo inizia a sgranarsi e mi ritrovo al 40° km praticamente da solo. Mi impongo di dare tutto quello che mi resta approffittando anche del tifo della gente assiepata dietro le transenne e taglio il traguardo in 2h:54':08".



Anche quest'anno ce l'ho fatta, obiettivo raggiunto e pure meglio del previsto. Arrivederci Reggio!


16 commenti:

  1. Come mai arrivi sempre fresco all'arrivo ehhh, che tipo di gel era quello che hai preso, di un pò, Bravo come sempre

    RispondiElimina
  2. ottima prestazione tenuto conto gli inconvenienti della vigilia. Tra l'altro Reggio è una maratona impegnativa per le salite.

    RispondiElimina
  3. E vai con il premio!!!!!Bravo. Ciao Belo

    RispondiElimina
  4. che dire... prosismo anno spero presente

    RispondiElimina
  5. Ciao Kayak,
    ormai i tuoi tempi non mi sorprendono più,
    sono la conferma del tuo grande potenziale e della tua valente capacità nel mantenerlo a buoni livelli.
    Non è da tutti.

    RispondiElimina
  6. gran bella mara! anche considerando che da VE son passati meno di 2mesi....

    RispondiElimina
  7. @Mitico: ero fresco solo perchè c'erano zero gradi!

    @Giak: grazie Proff.!

    @Tosto: è vero, è proprio TOSTA!! :-)

    @Mercurio: erano premi mangerecci... che vuoi di più?

    @Fluido: pensa che quello che mi ha tirato il collo ha fatto il menisco quest'anno...

    @Giuseppe: ormai sono condannato a stare sotto le 3 ore altrimenti mi dicono che ho fatto schifo..

    @Yogi: Venezia per me è un allenamento visto che in estate non mi faccio lunghi. Sinceramente speravo di stare a ridosso delle 3 ore.

    RispondiElimina
  8. Caspita sempre al TOP! Alla grande Paolo!

    RispondiElimina
  9. grande. direi un signor tempo.

    RispondiElimina
  10. Grandissimo tempo e oltretutto con le condizioni al contorno che descrivi: grandissimi complimenti!

    RispondiElimina
  11. Prossima maratona sicuramente sotto le 2h50' ce l'hai nelle gambe e nella testa.Forza Paolo !

    RispondiElimina
  12. Beh! se consideri poi il problemino non da poco che hai avuto in settimana..direi che sei andato alla grande..bravo davvero!

    RispondiElimina
  13. Complimenti Paolo! x la solita prestazione di grande livello.. Ho fatto un giro Sabato,ho cenato con Domenico,Chicca e altri 2 ragazzi il cui nome adesso mi sfugge (memoria pessima)..
    Spero sia andata bene anche a loro 2... ;)

    RispondiElimina
  14. sei stato veramente forte! considerando che sei stato male negli ultimi giorni, non è da tutti migliorarsi di 5-6 minuti dall'anno precedente:-)

    RispondiElimina
  15. SEMPRE UN GRANDE KAYAK ...... REGGIO E'UNA GRAN BELLA MARATONA

    RispondiElimina